La sindrome del marito o della moglie gelosa

La sindrome del marito o della moglie gelosa

Un pò per lavoro (mi occupo di comunicazione), un pò per curiosità e un pò per cazzeggio mi capita di guardare i post che scorrono nella timeline dei vari social, guardo quelli di pagine che gestisco così come quelli di pagine o di persone che conosco e mi trovo spesso a sorridere quando vedo come sia radicato un certo modo di fare. Sto parlando del “guai a mettere mi piace o scrivere qualcosa di positivo” sul post di un competitor, di una azienda che offre servizi simili ai propri o di qualcuno che condivide contenuti affini ai propri.

Ti spiego in cosa consiste la sindrome

Questo tipo di comportamento io lo chiamo “sindrome del marito o della moglie gelosa”, perché mi fa venire in mente il comportamento di alcuni uomini o donne quando, per gelosia nei confronti del partner, gli vietano di uscire solo/a, di usare i social, di vedersi con gli amici, di usare le chat o tutti quegli strumenti che, secondo il loro modo di vedere, possono creare l’occasione di tradire.

La strategia è la seguente: se ti limito e non ti permetto di conoscere tu resterai per sempre legato a me. Per caso conoscete qualcuno per cui questo metodo abbia funzionato?

Un comportamento simile a quello della “sindrome del marito o della moglie gelosa” lo vedo utilizzare spesso anche nei gruppi sportivi (io pratico da anni Arti Marziali) dove i Maestri o gli Istruttori partecipano spesso a stage e allenamenti con altri Maestri, ma si guardano bene dal portare i propri allievi. Non sia mai che questi ultimi vedano che l’Istruttore della palestra vicina è più bravo e quindi fuggano.

Il mio personale punto di vista

Premetto che la mia attitudine imprenditorial-commerciale è pressoché nulla e quindi mi stupisco di ciò perché non sono commercialmente evoluto, non ho abbastanza pelo sul petto, ecc però trovo un pò stupido e limitante questo modo di fare.

Le ragioni per cui lo dico sono diverse:

  • Se qualcuno è più bravo di me a fare qualcosa significa che posso imparare dalla sua esperienza e continuare a crescere a mia volta
  • Al mondo o semplicemente nel mio Comune, nella mia Provincia o Regione ci sono talmente tante persone che necessitano dei miei servizi che la presenza di altri professionisti e realtà non satura certo la richiesta, al massimo alza il livello e crea un pò di sana concorrenza
  • Rendere merito a chi fa bene qualcosa dimostra che sono una persona limpida che non si nasconde dietro a strategie o strani sotterfugi
  • Dare a Cesare ciò che è di Cesare ti torna indietro e se lavori bene anche gli altri, prima o poi, saranno pronti a riconoscerti il valore che meriti
  • Essere corretto ti rende libero di camminare a testa alta e di guardare in faccia chiunque

e via così…

E tu che tipo di strategia utilizzi (se la utilizzi)?

Leave a reply:

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il sito utilizza Cookies propri e di terze parti. Per continuare presta il tuo consenso all'utilizzo di Cookies. Approfondisci.

COSA SONO I COOKIES?
I cookie sono piccoli file di testo che vengono salvati sul tuo computer quando visiti determinati siti internet.

INDICAZIONI GENERALI
Per il sito www.matteotessarotto.com e relativi sotto-domini utilizziamo cookie, chiedendone il consenso all'utente ove la legge o i regolamenti applicabili lo prevedano, per agevolare la navigazione e personalizzare le informazioni rivolte all’utente. Utilizziamo inoltre sistemi simili per raccogliere informazioni sugli utenti, quali ad esempio indirizzo IP, tipo di browser e sistema operativo utilizzato e/o pagine web visitate da un utente, per finalità statistiche o di sicurezza.

Ti informiamo che se deciderai di disabilitare o rifiutare i cookie alcune parti del sito www.matteotessarotto.com e relativi sotto-domini potrebbero essere inaccessibili o non funzionare correttamente.

Pertanto per un utilizzo completo di questo sito sarebbe opportuno che l’utente configurasse il proprio browser in modo che accetti la ricezione di tali cookie. I cookie non sono dannosi per il tuo computer, tablet o smartphone. Nei cookie generati dal sito www.matteotessarotto.com non vengono conservati dati identificative personali ma solo informazioni criptate.

chiudi