Ciò che abbiamo e che siamo ci rende davvero felici?

Ciò che abbiamo e che siamo ci rende davvero felici?

In queste settimane, rinchiusi per la maggior parte del tempo, riusciamo a starcene fermi e pensare? Non è che anche ora che siamo a casa non riusciamo a fermarci perché se ci fermiamo siamo costretti a stare nel silenzio?

Nel silenzio finiamo per ascoltarci a un livello di profondità maggiore, un livello tale da darci lo spazio di pensare e capire che ciò che abbiamo creato, il mondo che abbiamo contribuito a costruire non sono poi un granché. Se siamo davvero felici e stiamo bene.

Perché in questo momento di stop forzato (che in qualche modo potremmo aver creato noi per darci un’ultima, estrema, possibilità) non ne approfittiamo per ascoltarci e chiederci se davvero ciò che avevamo (abbiamo) ci rende felici e cosa potremmo fare altrimenti per esserlo veramente?

Un’altra domanda che potremmo farci è: “Questa società è proprio quella che voglio?“.

Perché se non è così, possiamo smettere di lamentarci e delegare agli altri ciò che non abbiamo voglia di fare, raccontandoci la scusa che non è il nostro compito, che ci sono persone predisposte a ciò, ecc. Smettere di crearci inutili alibi e chiederci piuttosto: “Cosa voglio cambiare, concretamente?“, “Quando inizio questo cambiamento?“, “Cosa mi farà dire che le azioni intraprese stanno andando nella giusta direzione?“, ecc.

Volenti o nolenti siamo noi i soli responsabili di ciò che è accaduto, accade e accadrà in futuro. Quindi prendiamoci del tempo per buttare giù il nostro “progettino” e facciamolo partendo da domande chiave quali: “Cosa sono qui a fare?“, “Cosa voglio veramente?“.

Il sito utilizza Cookies propri e di terze parti. Per continuare presta il tuo consenso all'utilizzo di Cookies. Approfondisci.

COSA SONO I COOKIES?
I cookie sono piccoli file di testo che vengono salvati sul tuo computer quando visiti determinati siti internet.

INDICAZIONI GENERALI
Per il sito www.matteotessarotto.com e relativi sotto-domini utilizziamo cookie, chiedendone il consenso all'utente ove la legge o i regolamenti applicabili lo prevedano, per agevolare la navigazione e personalizzare le informazioni rivolte all’utente. Utilizziamo inoltre sistemi simili per raccogliere informazioni sugli utenti, quali ad esempio indirizzo IP, tipo di browser e sistema operativo utilizzato e/o pagine web visitate da un utente, per finalità statistiche o di sicurezza.

Ti informiamo che se deciderai di disabilitare o rifiutare i cookie alcune parti del sito www.matteotessarotto.com e relativi sotto-domini potrebbero essere inaccessibili o non funzionare correttamente.

Pertanto per un utilizzo completo di questo sito sarebbe opportuno che l’utente configurasse il proprio browser in modo che accetti la ricezione di tali cookie. I cookie non sono dannosi per il tuo computer, tablet o smartphone. Nei cookie generati dal sito www.matteotessarotto.com non vengono conservati dati identificative personali ma solo informazioni criptate.

chiudi